Raccontare Santa Clara con le immagini – Cuba

Raccontare Santa Clara con le immagini – Cuba

12 Aprile 2015 0 Di Cuori Ribelli

L’assalto ai vagoni del treno, nella città di Santa Clara segnerà l’inizio della rivoluzione, grazie a queste gesta, i rivoluzionari tra cui Fidel Castro, Raul Castro e Ernesto Che Guevara si impossessarono delle armi necessarie per poter battere il potere americano e salire al potere. Oggi questi vagoni si trovano ancora nella città di Santa Clara e sono adibiti come museo.

IMG_1989

Queste immagini, ci riportano oggi a quello che quel giorno del 26 luglio del 1953 accadde e fa venire i brividi pensare che lì dove i nostri piedi toccano il suolo, sessant’anni fa o poco più, questi valorosi uomini combatterono per la libertà e con tenacia riuscirono, nonostante fossero in minoranza,  a raggiungere il loro obbiettivo.

Incrocio

Davanti al museo, l’incrocio che avverte delle rotaie, dove ancora passa il treno, l’unico a girare per tutta Cuba, che ogni giorno ad un orario  sconosciuto anche dalla gente del posto, compie il suo tragitto da Santiago di Cuba fino all’Avana. Il treno è un pò come tutti i trasporti a Cuba, non si sa mai quando passa e la gente aspetta ore sperando di salirci!

Interno vagone

All’interno dei vagoni vi è una riproduzione delle armi e delle stanze dove i militari americani dormivano, prima dell’assalto al potere.

sede del partitoErnesto Che Guevara, si sa, ha colpito e affascinato un pò tutte le generazioni di tutto il mondo, con il suo spirito rivoluzionario e intraprendente, un uomo umile, ma non codardo, che ha impiegato l’intera vita a combattere le battaglie non sue, per la semplice proclamazione di quel principio di libertà che per lui valeva più di ogni altra cosa. Che Guevara, nasce in Argentina, ma combatte per Cuba, e muore in Bolivia sempre combattendo per la libertà. La storia della sua morte risulta qui a Cuba un pò controversa, rispetto a quella raccontata nel resto del mondo, ma non entriamo nel merito.

A Santa Clara, ma non solo in questa città, ci sono numerosi monumenti dedicati a lui, qui sotto in questa immagine, il Museo, tutto interamente dedicato al mito, con le foto di quando era bambino, le foto di quando salito al potere con Fidel Castro, umilmente continuava comunque ad aiutare i contadini nei campi, le foto di Adelaide, sua moglie e dei figli che ora risiedono all’Avana. Nel museo è presente anche l’ultima lettera che scrisse alla moglie prima di partire per il combattimento in Bolivia in cui perdette la vita.

IMG_2018

Nella statua dedicata a Ernesto Che Guevara è impressa una sua frase ” E ‘stato in quel momento in Guatemala di Arbenz… che ho compreso una cosa fondamentale… di essere un medico rivoluzionario, la prima cosa da fare è la rivoluzione… “

museo che

Il centro di Santa Clara è uno splendore di palazzi e dimore, dal lato architettonico affascinanti, ma dal colore sbiadito e corroso dal tempo, come purtroppo molte delle città di Cuba e che rispecchiano un po’ la vita dei cubani, spenta dalla repressione del regime socialista.

Hotel Hilton

Nell’immagine qui a seguito, questo palazzo, prima della rivoluzione cubana era l’hotel Hilton, poi gli americani furono costretti ad abbandonarlo e tornarono in America. Nelle mura si vedono ancora i buchi dei proiettili che ci riportano indietro nel tempo.

hotel

Santa Clara è una tipica città cubana, passeggiando per la camminata principale, lo sguardo rimane estasiato dai colori pastello delle case, che s’intonano con l’azzurro del cielo… dalla musica latino americana che udiamo provenire da una casa cubana e ci accompagna per l’intera passeggiata…

Centro Santa Clara

Poi vediamo un negozio che ci suscita un accesa curiosità, dalla fila lunga di gente che si propaga fino alla strada e non possiamo non entrare… questo è l’unico negozio in tutta Santa Clara dove i tecnici del mestiere si adoperano per la riparazione di ogni tipo di elettrodomestico, anche quello più piccolo e insulso, che nella nostra quotidianità, noi occidentali, vivendo nell’abbondanza, ci saremo in tutta fretta prodigati a rimpiazzare con uno nuovo acquistato in un grande magazzino.

negozio riparazione elettrodomestici

All’entrata, il cartello che mostra gli elettrodomestici che vengono riparati!

negozio

Nelle mura delle case, risuona l’eco della famosa frase di Ernesto Che Guevara “ Hasta la Victoria Siempre “

hasta la victoria

Un palazzo stupendo e un bus scolorito e alla deriva, questa immagine rispecchia tutta la contraddizione cubana e la moltitudine di sfaccettature di cui l’isola si compone nel suo essere estremamente ricca di contenuti, ma povera di iniziativa e volontà nel volerli mantenere nel tempo vivi e splendenti come erano al momento della loro creazione.

bus

Anche i negozi, conservano le immagini di quel mito che per anni ha animato la speranza nei cuori cubani.

farmacia

E ancora… questa ed altre frasi, impresse nelle case, che ricordano, come la politica e la storia di questo paese affascinate, sia inesorabilmente legata alla vita di questa gente, in tutti gli attimi e i giorni che la compongono.

centro

Non potevamo chiudere l’articolo senza mostravi l’immagine di una carrozza, mezzo comune in tutta Cuba e che rappresenta l’aspetto arretrato di essa, ma al contempo però, il lato affascinante, di questa cultura, che ci attrae, così diversa e distante dalla nostra, e che per questo ci rende felici di aver appreso seppur per poco quel modo di vivere ed essere che non avremmo potuto apprendere dalla televisione o dai giornali, se non vivendo questo splendido paese.

Carrozza