EUROPAFRANCIA

COSA MANGIARE A PARIGI – PIATTI E GASTRONOMIA

Cuori Ribelli1742 views

Squisiti interni belle époche, enormi piatti di frutti di mare, bistecche perfette e indaffarati camerieri in grembiule bianco, queste sono le tradizionali brasseries della città che offrono al turista un assaggio dell’autentica vita parigina… mangiare a Parigi non è certo un problema, la cucina è gradevole e anche se si compone di quasi sempre gli stessi prodotti alimentari come uovo e formaggio che si trovano un po’ dappertutto e in tutte le cotture, si apprezza e si ricorda come raffinata e gustosa al palato…

Chi viene a Parigi ha spesso grandi aspettative circa la cucina. Dopotutto, questo è il paese che ha inventato il concetto di ristorante e di alta cucina. Stupisce dunque sapere che, se i grandi cuochi, vere e proprie celebrità dei fornelli, inseguono la perfezione culinaria, nel ristorante medio parigino e nei bistrot più semplici, la cucina è molto conservatrice. Si tratta di cucina casalinga, dove qualità e precisione sono più valutate rispetto alla sperimentazione e innovazione.

Le brasseries e i ristoranti storici un po’ sparsi in tutta Parigi sono ristoranti molto conservatrici, dove le proposte gastronomiche sono le stesse di tanti anni fa e non vengono nemmeno apportate modifiche agli arredi del locale. Nelle brasseries è possibile anche fare colazione… perché non gustarsi un uovo sodo o un buonissimo croissant che è stato inventato proprio dalla pasticceria francese.

Parigi non esisterebbe senza la gallina… l’uovo infatti viene cotto un po’ in tutte le maniere, dalla gustosissima frittata che potrete scegliere con il condimento che più desiderate, come funghi, formaggio, prosciutto cotto ed altro, all’ uovo sodo o alla quiche, torta salata ripiena.

Un altro piatto da provare è sicuramente, oltre alle rinomate lumache che però cucinano solo nei ristoranti più di lusso della città, è sicuramente la fonduta di formaggi veramente deliziosa.

Come tutte le capitali europee, anche Parigi si sta adeguando con il tempo ai famosi fastfood, i parigini con il tempo stanno infatti gradualmente abbandonando l’abitudine di sedersi a tavola per mangiare e sono dunque nati contemporaneamente numerosi snack bar per soddisfare la richiesta… uno di questi è anche la famosa catena Paul che ripropone oltre che a panini salati in tutti i gusti e farciture, anche alta pasticceria. Paul ha aperto negli anni anche numerose filiali a Londra.

Molto diffuse anche le famose créperie, che oramai si sono diffuse anche in Italia, queste ripropongono crepes deliziose sia salate, che dolci, guarnite con nutella e sciroppi.

Numerosi anche i kebab, dove al classico panino tipico della cultura turca, si può assaggiare per i vegetariani, anche il delizioso cous cous.

A differenza della nostra amata Londra, qui i vini sono sicuramente la bevanda più economica di tutte e molti vengono dalle viti della Borgogna… lo Champagne che un po’ dappertutto è considerata una bevanda molto costosa, qui non si beve solo per festeggiare, ma lo si gusta per piacere.

Pranzare, più che cenare, risulta nei ristoranti molto più economico, in quanto a pranzo vengono proposti diversi menù turistici e alla portata di tutti. Per gli amanti dei dolci, vi informiamo che vi basterà sedervi in una delle famose patisserie, un po’ sparse ad ogni angolo di Parigi… lì potrete mangiare qualsiasi cosa ad alto tasso di zucchero vi venga in mente.

Data la presenza di un gran numero di ristoranti per gourmet, Parigi è la città perfetta per una cena da ricordare per tutta la vita. Parigi è un po’ la patria dei grandi Chef a livello mondiale, chi vuole imparare il mestiere spesso passa di qua.

Un’esperienza per i più romantici, emozione da grandi proposte, è anche la crociera sulla Senna… costosa lo ammettiamo, quasi 100 euro a persona, ma sarà un esperienza indimenticabile… la cena deliziosa, come il paté di carne d’oca, il vino favoloso, lo spettacolo musicale a bordo e l’immancabile vista sulla splendida Tour Eiffel illuminata… un mix di elementi che rendono la serata speciale e unica nel suo genere.

Lascia un commento