NEI CAMPI DI TABACCO- Attraversando Vinales e Pinar De Rio

NEI CAMPI DI TABACCO- Attraversando Vinales e Pinar De Rio

15 Settembre 2016 0 Di Cuori Ribelli

Distese di campi di foglie di tabacco… nell’ovest dell’isola di Cuba non sono solo le coste e le spiagge ad essere meta di gite o di vacanze, ma anche luoghi come questi…

Tabacco

Mogotes Pinar De Rio

Immersi nella natura, le capanne di legno dei Tabaqueros cubani, mostrano ai turisti come avviene la produzione del miglior tabacco al mondo… le fabbriche sono aperte dal lunedì al venerdì e qui, si possono acquistare direttamente i loro sigari fatti a mano.

Tabacco essicato

Pinar de Rio è la provincia del Tabacco, piccola e graziosa cittadella di 190.000 abitanti… le case sono pitturate di colori vivaci e pastello, tutto è ben ordinato e preciso… queste testimoniano la ricchezza che distingueva un tempo la vita dei piccoli coltivatori di Tabacco della zona.

Da queste parti nel XIX secolo gli Americani venivano in villeggiatura molto prima di scegliere Varadero negli anni 20 come meta preferita di vacanza.

Guayabita

Guayabita

A pochi passi dalle piantagioni di tabacco, interessante da vedere è la fabbrica della Guayabita un delizioso liquore, ottenuto secondo antiche ricette dal frutto della Guayaba… la fabbrica è aperta tutti i giorni e si può assaggiare questo buonissimo alcolico dal sapore dolce, ma di alto tasso alcolico.

Mogotes

Il vero spettacolo della natura si mostra imponente nella Valle di Vinales, il paesaggio del parco nazionale attrae visitatori da tutta Cuba… qui dalla pianura di terra rossa si innalzano, ricoperti di verde, i residui antichi milioni di anni di rocce calcaree, sollevate dalle acque sotterranee, erose all’esterno in morbide forme… i famosi Mogotes, paradiso della natura, habitat di fantastiche piante e volatili.

Vinales

Vinales è una piccola comunità cosmopolita dal 1607, qui ci sono numerose casas particular dove poter alloggiare e da Vinales è possibile raggiungere facilmente anche le piantagioni di tabacco.

Indios

Cueva del Indios

Da vedere la Cueva del Indio… ad accoglierci gli Indios nei loro abiti tipici di un tempo, con una barchetta che si prende all’interno della grotta si può attraversare il Rio San Vincente e se volete provare l’esperienza dell’uscita serale dei pipistrelli dalla grotta, dovete presentarvi alle 17:45 all’imbocco della caverna.

Murales de La Prehistoria

Un vero spettacolo di colori è il Mogote Dos Ermanos, pitturato con stile primitivo, spiccano la vivacità delle immagini, dipinte da Leovigildo Gonzalez… e se volete ammirare i disegni gustandovi un ottimo maiale con il riso nero, proprio lì vi è il ristorante Mural de la Prehistoria.

                                                                   Murales