FRONTINO – Uno dei borghi più belli d’Italia

FRONTINO – Uno dei borghi più belli d’Italia

1 Settembre 2016 0 Di Cuori Ribelli

Piante secolari,silenzio, aria leggera dell’Appennino tosco-romagnolo che si eleva fino a 1000 metri verso i Sassi Simone e Simoncello, questa è Frontino, uno dei borghi più belli d’Italia.

 

Fontino

Frontino è arroccata sulla vetta di uno sperone di roccia, che domina il fragoroso torrente e la suggestiva Valle del Mutino, di fronte al Monte Carpegna.

 

20160828_180047

Un borgo di grande armonia architettonica, integro, ordinato, pulito e preciso, dove la qualità artistico – storica del patrimonio pubblico e privato è sempre al servizio degli ospiti.

 

20160828_184008

Frontino sembra un borgo disabitato, ad accoglierci i fantocci di spaventapasseri per il festival internazionale che si tiene ogni anno, quasi finto, per le sue case a schiera di pietra ben tenute e i colori dei fiori che arredano i viottoli, lucidi e puliti fino agli angoli più riposti… arrivando sembra di entrare in un salotto, antico s’intende, le strade e le piazze sono lastricate di ciottoli del Mulino … il silenzio, un’aria leggera, lo stormire di querce secolari creano sottili sensazioni  di una realtà diversa, quasi fantastica, che rigenera nuove energie e rinfranca lo spirito. Un vero paese dell’anima che fu scelto da Carlo Bo, magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Urbino, come luogo di incontri e amicizia.

 

20160828_184522

Frontino fa parte del comune di Montefeltro, il più piccolo nella provincia di Pesaro e Urbino, fa parte del Parco Naturale del Sasso Simone e Simoncello e si impone per la sua caratteristica pittoresca, mentre lo sguardo si perde in un fluttuare di colli e crinali all’infinito.

Le sue origini antiche risalgono al periodo preistorico e romano, con tutta probabilità al 1100. Il castello di Frontino fu contesa a lungo fra la famiglia Malatesta di Rimini e i Duchi di Montefeltro, cui Frontino rimase sempre fedele. Storico fu il fallito tentativo, risalente al 1451, in cui i Frontinesi respinsero l’assalto di Sigismondo Malatesta, come memorabile fu la vittoria del 1522 su Giovanni dei Medici, detto delle Bande Nere.

Emergenze culturali da visitare sono sicuramente il centro storico (il Castello), il Convento francescano di Montefiorentino, il monastero di San Girolamo, il mulino di Ponte Vecchio, con uno sguardo agli antichi casolari sparsi nelle campagne. Da non sottovalutare il Parco Faunistico, molto importante per il suo punto di vista naturalistico.

Il Mulino, recentemente ristrutturato, è alimentato dalle acque del torrente e la sua costruzione è da risalire alla nascita del Castello, per secoli è stato impianto di notevole importanza nel quale molte comunità circostanti andavano a macinare il grano e le biade. Il comune di Frontino ha creato degli itinerari turistici e culturali connesse alla visita dello stesso, con lo scopo di integrare programmi di educazione scolastica ed educativa alimentare.

 

20160828_184054

Frontino ha la sua torre civica, sentinella del capoluogo e del palazzo, i ritocchi dell’orologio creano sensazioni uniche e suggestive.

 

20160828_175504

Se vi trovate nei pressi di questo splendido borgo, classificato tra i più belli d’Italia, oltre a gustarvi i vini della zona, provate uno dei piatti tipici di Montefeltro, gli strozzapreti  o le tagliatelle o i ravioli conditi con tartufo bianco pregiato, con funghi porcini e “prugnoli”, carne la brace e dolci fatti in casa.