EUROPASPAGNA

BARCELLONA – COSA VEDERE NELLA CAPITALE DELLA CATALOGNA

Cuori Ribelli1229 views

Barcellona, la città vibrante, dove la vita frenetica scorre veloce ad ogni angolo della strada… la città colorata dove l’arte di Gaudì fa da padrona decorando strade, palazzi e monumenti… Barcellona non si ferma mai e le giornate scorrono davvero lunghe, senza quasi mai interrompersi, nemmeno quando incontrano i semafori dal rosso fisso…

Barcellona è una continua sorpresa e lo è un po’ per tutti, a maggior ragione per il mondo giovane, che qui riesce a godersi ogni attimo fino a tarda notte… per vederla non basterebbe un’intera settimana…

Porto fiorente e prospero centro di commerci, vanta eccellenti e importanti musei, spiagge che richiamano migliaia di bagnanti, ciclisti e gente che semplicemente passeggia nel lungomare, capitale delle avanguardie spagnole in materia di architettura e design.

ramblas

La visita della città comincia sicuramente dalle Ramblas, il viale alberato lungo 3 kilometri che divide in due la città vecchia… García Lorca diceva ” questa è l’unica via al mondo che vorrei non finisse più”, ed è proprio così un po’ per tutti quelli che qui vi si ritrovano, dai turisti alla gente del posto,che vaga tra i negozi o sorseggia un caffè nei bar che fiancheggiano la strada. Un assortimento di negozi che vendono di tutto e artisti di strada che si esibiscono divertendo gli spettatori.

boqueria-market

Nella Ramblas, il più celebre mercato di Barcellona, La Boqueria, aperto dal lunedì al sabato dalle 8 alle 20. Verrete assorbiti dall’orgia di rumori, colori e odori di spezie… qualsiasi prodotto alimentare cercate, qui lo troverete di sicuro, dalle cataste di frutta, verdure, erbe aromatiche, funghi esotici,carni e prosciutti, pesce e frutti di mare, ai cibi già pronti per essere gustati al volo.

la-seu-cathedral-barcelona-download

A est della Ramblas il Barri Gòtic, quartiere gotico che rappresenta il nucleo medievale della città, qui tra stradine, palazzi ed edifici storici come la Cattedrale gotica di La Seu passeranno circa 500 metri. La Seu, cattedrale di Barcellona è uno dei maggiori monumenti gotici della città, iniziata nel 1298 è stata terminata nel 1448. La Cattedrale è dedicata alla patrona della città, Santa Eulàlia, martirizzata dai romani e nella cripta sotto l’altare maggiore vi è la sua tomba.

macba1

El Raval a ovest,in epoca medievale sito di ospedali, chiese e monasteri, è la zona tradizionalmente più sordida della città vecchia, anche se sta cambiando radicalmente oggi è una delle zone più trendy per una cena, un drink o per fare acquisti. Qui le attrazioni culturali non mancano come il MACBA, il bianchissimo e luminoso museo di arte contemporanea e il Palau Güell di Gaudi.

park-guell

Al confine con il Barri Gòtic, segnato dalla via Laietana, interessante da vedere è lo splendido Palau de la Musica Catalana, gioiello architettonico  costruito nel 1908.

Oltre El Raval, sopra il vecchio “barri” operaio di Poble Sec, si eleva la collina di Montjuic, sito di alcuni musei, delle gallerie e dei giardini migliori della città, oltre che dello stadio olimpico.

Proseguendo per la Ramblas, alla fine della via colorata, si estende la zona portuale nota come Port Vell ( porto vecchio), qui un ponte girevole attraversa il porto fino al complesso del Maremàgnum, con un centro commerciale, un ristorante e una sala cinematografica.

barcelona-port-vell

Passeggiate a est di Port Vell, oltre il porto turistico e arriverete al vecchio quartiere di pescatori, Barceloneta,  a pochi passi al Parc de la Ciutadella, ampio spazio verde sede del Parlamento catalano, allo zoo, che ospita settemila specie di animali, e, infine al Port Olìmpic, zona di bar e ristoranti.

barcelloneta

Da qui proseguendo verso nord est lungo la costa, si arriva al vecchio sobborgo industriale di Poble Nou, che è stato trasformato radicalmente negli ultimi anni con una passeggiata lunga circa 5 kilometri che arriva a Diagonal Mar. Quest’ultimo è un quartiere di conferenze e spazi espositivi sorto in occasione del Forum universale delle culture (Expo della biodiversità e della sostenibilità) che si tenne qua nel 2004.

Ramblas

In cima alle Ramblas, Placa de Catalunya segna l’inizio della città ottocentesca, l’Eixample, che ospita gran parte delle meraviglie architettoniche della città, compresa la Sagrada famìlia.

Oltre questo quartiere, interessanti sono anche i sobborghi, tra cui Gràcia, con le sue piazzette, i bar vivaci e il Parc Güell, interessante anche la visita al Camp Nou, stadio del Barcellona o a Pedralbes, dove risiede uno stupendo monastero gotico.

tibibado

E in una giornata di bel tempo potrete salire al Tibidabo, da cui è possibile ammirare la splendida città dall’alto, qui le vedute panoramiche sono leggendarie, in una giornata senza nuvole la vista spazia fino ai Pirenei.

“Ti darò tutto questo se ti inginocchierai e mi adorerai” disse Lucifero a Gesù…il nome infatti, fa riferimento proprio al panorama ed è ricavato dalle tentazioni di Cristo nel deserto, quando Satana lo condusse su una montagna e gli offrì tutto quello che si poteva vedere.

Barcellona è una continua sorpresa, giorno dopo giorno, luogo d’ammirare e da gustare in tutte le sue sfaccettature.

Lascia un commento